Cantora italiana deseja que Ronaldo se lesione porque é “uma vergonha ganhar tanto dinheiro”

21 Jul 2018 / 14:41 H.

Nem todos estão contentes com a chegada de Ronaldo a Turim. É o caso da cantora e ex-concorrente do ‘Big Brother Itália’, Daniela Martani, que criticou os valores despendidos pela Juventus na contratação do ‘astro’ madeirense.

“É uma vergonha que um futebolista ganhe tanto dinheiro e que se tenha pago estes valores. Com este salário, Ronaldo podia salvar todo o planeta. Espero que se lesione no primeiro jogo”, escreveu a transalpina na sua conta pessoal de Instagram.

“Nunca podia gastar o dinheiro que ele ganhou toda a vida, nem tão pouco os seus filhos ou netos”, atirou a cantora.

As declarações surgem também na sequência dos protestos realizados pelos trabalhadores da FIAT, greve essa que a celebridade apoiou.

Ora andateglielo a dire a loro che è giusto che una società con la responsabilità di migliaia di lavoratori in cassa integrazione paghi per una singola persona 400 milioni di cui 100 per gli emolumenti di un calciatore. Tutti quelli che offendono, minacciano sono vergognosi, gente con la segatura in testa, analfabeti funzionali che se ne fottano dei lavoratori precari ed in cassaintegrazione. L’acquisto di Cristiano #Ronaldo da parte della #Juventus non ha portato il sorriso sul volto di tutti. Almeno non su quello degli operai #Fiat di Melfi che hanno deciso di diramare un comunicato ufficiale per mostrare il proprio disappunto in merito al colpo di mercato. Ecco quanto riporta il comunicato diramato dall’Unione Sindacale di Base dello stabilimento Fca di Melfi: “È inaccettabile che mentre ai lavoratori di Fca e Cnhi l’azienda continui a chiedee da anni enormi sacrifici a livello economico la stessa decida di spendere centinaia di milioni di euro per l’acquisto di un calciatore. Ci viene detto che il momento è difficile, che bisogna ricorrere agli ammortizzatori sociali in attesa del lancio di nuovi modelli che non arrivano mai. E mentre gli operai e le loro famiglie stringono sempre più la cinghia la proprietà decida di investire su un’unica risorsa umana tantissimi soldi! È giusto tutto questo? È normale che una sola persona guadagni milioni e migliaia di famiglie non arrivino alla metà del mese? Siamo tutti dipendenti dello stesso padrone ma mai come in questo momento di enorme difficoltà sociale questa disparità di trattamento non può e non deve essere accettata. Gli operai Fiat hanno fatto la fortuna della proprietà per almeno tre generazioni, arrichiscono chiunque si muova intorno a questa società, e in cambio hanno ricevuto sempre e soltanto una vita di miseria. La proprietà dovrebbe investire in modelli auto che garantiscano il futuro di migliaia di persone piuttosto che arricchirne una sola

Uma publicação partilhada por Daniela Martani (@danielamartani) a

Outras Notícias